COVID und Haarausfall

COVID e perdita di capelli

Gli specialisti della crescita dei capelli di YELASAI hanno osservato la perdita di capelli, a volte a ciocche, nei loro clienti dopo una malattia COVID SARS2, oltre a stanchezza, scarso rendimento, perdita persistente di gusto e olfatto.

In medicina, le persone che sono sopravvissute alla malattia ma non si sentono ancora in salute sono chiamate sindrome da COVID lunga o post COVID. Dopo la vaccinazione COVID sono stati segnalati anche capelli fragili e fragili e perdita di capelli.

Tra l'altro, la malattia COVID provoca un'infiammazione delle pareti vascolari (endoteliite), che può verificarsi nei capillari polmonari e in generale in tutti i vasi.

Le infiammazioni vascolari possono portare a una sindrome infiammatoria multisistemica (MIS) (infiammazioni in più organi), anche in quei sistemi di organi che non sono stati colpiti principalmente dal virus e quindi anche nei vasi delle radici dei capelli. Questo è stato dimostrato da uno studio pubblicato nel 2020. Oltre alle malattie infiammatorie e orticarioidi (allergiche) della pelle, vi è descritta anche la perdita di capelli dovuta a infiammazioni vascolari.

In forma indebolita, ciò può verificarsi anche con le vaccinazioni, che possono avere le stesse conseguenze della malattia in forma indebolita e meno frequente.

Pertanto, l'osservazione degli specialisti della crescita dei capelli è comprensibile e spiegabile. Integrato nel concetto di applicazione olistica degli specialisti della crescita dei capelli e, se necessario, integrato da un trattamento altrettanto olistico da parte di medici o operatori alternativi, potrebbe esserci la possibilità di migliorare nuovamente le funzioni del sistema immunitario e dell'organismo.

Un contributo dello specialista della crescita dei capelli Dr. Bernd Seitz, M.D.